giovedì 2 febbraio 2017

STATUETTA DI HANUMAN, PORTAFORTUNA DEL PRESIDENTE OBAMA

BARACK OBAMA CONSERVA UNA STATUETTA DI HANUMAN
NEL SUO BORSELLO



www.indiadivine.org Una statuetta del Signore Hanuman è uno dei pochi elementi che il presidente statunitense, Barack Obama, porta sempre nel borsello,  e lo aiuta a trovare ispirazione ogni volta che si sente stanco o disanimato. Il presidente Obama lo ha divulgato in una intervista di YouTube che la Casa Bianca ha programmato per cercare di arrivare ad un pubblico più giovane, promuovendo il discorso finale di Obama di martedì scorso. 
Nell'intervista con Nilsen, una personalità di YouTube, Obama, che ha 54 anni di età, rispondendo ad una domanda riguardante gli oggetti che hanno per lui un significato personale, ha estratto dal borsello alcune cose, ognuna delle quali gli ricordano "tutte le differenti persone conosciute lungo il cammino", tra le quali il rosario datogli da Papa Francesco, conosciuto alla Casa Bianca in autunno,e una piccola statua di Budda regalatagli da un monaco.


Gli altri articoli che il presidente statunitense Obama porta sempre nel borsello sono una fiche di poker d'argento che fu in passato un amuleto portafortuna di un motociclista calvo con i baffi dell'Iowa; una statuetta di Hanuman, il dio-scimmia Hindú, e una croce copta dell'Etiopia, luogo che ha visitato in luglio. "Li porto sempre con me. Non sono molto superstizioso, perciò non devo necessariamente tenermeli addosso tutto il tempo ", ha detto Obama, però gli ricordano il suo lungo cammino nella presidenza, ha aggiunto.
"Se a volte mi sento stanco o disanimato, metto la mano nel mio borsello e mi dico: "sí, questo è qualcosa che posso superare, perché qualcuno mi ha dato il privilegio di lavorare su tematiche che li riguardano”. Obama, il cui padre era  keniano e sua madre una donna bianca del Kansas,trascorse i suoi primi anni di vita in Indonesia, luogo dove l'Hinduismo è una religione popolare. Oggigiorno ci sono circa tre milioni di Hindu in EE.UU.

Una statuetta del Signore Hanuman è uno dei pochi elementi che il presidente degli EE.UU, Barack Obama, porta sempre nel suo borsello, nel quale cerca ispirazione ogni volta che si sente disanimato, secondo quello che ha rivelato in una intervista, ci informa la CNN. Il 15 gennaio, in una intervista dal vivo dalla Sala Est della Casa Bianca con Ingrid Nilsen, una personalità nordamericana che lavora su YouTube, Obama mostrato le cose che porta sempre con se nel suo borsello, descrivendo una di esse così: "Questa è una statuetta Hindú del dio-scimmia Hanuman regalatomi da una donna." Questa video-intervista è pubblicata sul sito web della Casa Bianca. Nella guerra del Mahabharata, la bandiera del carro di Arjuna, condotto dallo stesso Signore Krishna, esibiva il Signore Hanuman; per questo motivo, per ottenere successo in una battaglia, non ci sorprende che il presidente Obama si sia portato una piccola statuetta di Hanuman come un amuleto portafortuna durante la campagna elettorale. Hanuman, il figlio del dio del vento, oltre ad avere una forza incredibile, il potere di cambiare forma secondo la propria volontà e il potere di volare, è un perfetto grammatico, grande studioso ed eccellente in tutte le materie. Secondo una leggenda, quando era ancora un bambino, riuscì ad intimorire il sole. A parte tutto ciò, l'unico desiderio di Hanuman era servire il suo Signore Rama; pertanto, dal punto di vista del devoto, Hanuman esemplifica perfettamente la devozione "dasya-bhava", un tipo di disposizione devozionale che amorosamente unisce il proprietario al servitore. L'attitudine servizievole [dāsya], l'amicizia [sakhya], l'affetto dei genitori [vātsalya] e l'amore coniugale [śrińgāra] sono le quattro dolcezze trascendentali [rasa]. Queste sono le modalità trascendentali di servizio d'amore al Signore. Il Signore Supremo Si vede soggiogato dai devoti che ospitano nel loro cuore queste quattro relazioni. I nostri maestri spirituali ci hanno insegnato che la nostra pratica dovrebbe centrarsi nel coltivare un servizio specifico che prenderà la forma di qualcuno dei sentimenti amorosi: dāsya, sakhyavātsalya o madhurya śrińgāra. Il nostro ascoltare e cantare si focalizzeranno in questi lila chen ci aiuteranno ad accrescere la nostra particolare identità di servizio al Signore. (Nota dell'editore).

COSA CI DICONO GLI INSEGNAMENTI VEDICI?

Lo stato di  
bhāva 
è l'ultima tappa prima di raggiungere l'amore per Dio. La parola sarva-bhāva significa che possiamo amare  la Suprema Personalità di Dio attraverso vari sentimenti trascendentali, che siano dāsya, sakhya, vātsalya e mādhurya. Nel livello di śānta , citroviamo alla frontiera del servizio amoroso del Signore. L'amore puro per Dio comincia con dāsya, ed evolve attraverso
sakhya e 
vātsalya, per culminare in mādhurya. Ciononostante, ognuno di questi sentimenti è adeguato per offrire servizio amorevole al Signore Supremo. La nostra principale funzione è amare la Suprema Personalità di Dio; pertanto, possiamo offrirGli servizio da qualsiasi livello di amore sopracitato.

Śrīla A. C. Bhaktivedanta Swami Prabhupāda :
Śrīmad Bhāgavatam - Canto 7: "La Scienza di Dio"
Cap. 9 - "Prahlāda pacifica il Signore Nrisimhadeva con preghiere" - Verso 54

Publicado por dasavatara das - “Noticias VINA”